giovedì 19 luglio 2018

Amichevole precampionato: Lazio-Auronzo di Cadore 20-0



Lazio-Auronzo di Cadore 20-0 
LAZIO (3-5-2): Proto, Wallace, Acerbi, Filippini, Marusic, Cataldi, Leiva, Murgia, Lulic, Neto, Caicedo

A disp. Strakosha, Guerrieri, Adamonis, Basta, Luiz Felipe, Bastos, Radu, Lombardi, Berisha, Parolo, Minala, Di Gennaro, Jordao, Durmisi, Luis Alberto, Rossi, Sprocati, Immobile.

All. Inzaghi

AURONZO (4-3-3): De Polo, Zanella, Bianchi, Sambugaro, Frescura, Bombassei Moma, Martinig, Frezza, Vecellio, Reane, De Filippo Roia, Pol.

A disp. Pais, Pais, Frigo, Turco, Del Favero, Vecellio, Caviola, Pais, Bianco, Doriguzzi.

Arbitro: Faraon Davide (Conegliano) Assistenti: Anelli Manuel (Padova); Djordjevic Milos (Ischio)

Marcatori: 5' Cataldi, 8' Wallace,  10' Caicedo, 24' Murgia, 30' Marusic, 36' Leiva, 55', 59', 65', 68', 74', 88', 90' Rossi, 58', 78' Minala, 61', 82' Sprocati, 69' Lombardi, 83',85' Jordao.
 
L'abitudinaria gara contro l'Auronzo di Cadore, che dà il via ad ogni stagione biancoceleste, quest'anno si è conclusa con un piccolo record, ovvero il raggiungimento di 20 gol in una singola gara amichevole. Un record raggiunto nella ripresa in cui si sono segnati più del doppio dei gol siglati nel primo tempo. Per l'appunto nel primo tempo la Lazio ha siglato soltanto sei reti e tutti con marcatori differenti. Infatti apre le danze Cataldi con il primo gol della stagione biancoceleste ed a lui seguono le reti di Wallace (colpo di testa), Caicedo (botta con il sinistro), Murgia (porta vuota), Marusic (piattone destro) e Leiva (porta vuota). Come sopra citato, la ripresa è praticamente il festival del gol con la Lazio a segno 14 volte, di cui 7 reti sono state segnate dal giovane Alessandro Rossi, tra l'altro una rete segnata con una bellissima rovesciata, le restanti sette se le spartiscono Minala (2), Sprocati (2), Jordao (2) e Lombardi. Ovviamente questo non è un test giudicabile o valevole per una qualsivoglia interpretazione del gioco di Inzaghi, ma fa sempre piacere vedere la propria squadra a segno per ben 20 volte.












domenica 15 luglio 2018

Ufficiale: Felipe Anderson è un nuovo calciatore del West Ham.

Si sapeva già da qualche giorno dell'ormai conclusione per la trattativa che ha portato Felipe Anderson ad indossare la maglia degli Hammers di Inghilterra, eppure fino ad oggi, data dell'ufficialità, una piccola parte del mio cuore aveva sperato in una brusca inversione di marcia. Tutti diranno che la Lazio ci ha guadagnato da questa cessione, che 40 milioni di euro sono tanti e che arriverà di certo un sostituto, ed in realtà il mio raziocinio mi porta a condividere tutte queste opinioni ed ad accogliere come positiva questa cessione. Ma il mio cuore no.
Il mio cuore non vorrebbe mai vedere andar via un giocatore in grado di infuocare gli spiriti con dribbling funambolici e di entusiasmare la folla con giocate di fino di altissima qualità, il mio cuore spera ancora che a metà secondo tempo sbuchi dalla panchina un capello afro pronto a ribaltare la gara ormai perduta, il mio cuore scalpiterebbe per ammirare ancora una volta una di quelle devastanti accelerazioni, perché, come si suol dire, al cuor non si comanda.
Adesso però basta parlare di me, parliamo di te mio caro Pipe. Se dovessi definirti con un solo aggettivo sceglierei sicuramente lunatico. Sì, tu sei lunatico e lo sai perfettamente! Questo perché la tua prestazione era direttamente proporzionale al tuo umore e alla tua capacità di sopportare la pressione del momento. Saresti potuto essere incoronato Re di Roma eppure la tua debolezza e mancanza di lucidità ti hanno fatto spesso finire nell'ombra, nonostante le tue evidenti doti che a pochi altri calciatori biancocelesti sono state concesse in 118 anni di storia. Se invece di un aggettivo dovessi scegliere un sostantivo per definirti, magari richiamando un po' di sentimentalismo, ti assegnerei rimpianto. Eh sì, tu sei e sarai il rimpianto per eccellenza. Il rimpianto del mago, sportivamente parlando, che saresti potuto essere e che probabilmente non sarai mai, ma proprio per questo io spero che sia stata l'aria dell'Urbe a destabilizzarti e che magari l'antica Londinium, che probabilmente condivide la nostra stessa aria vista che l'abbiamo fondata noi, possa rigenerarti e permetterti di affermarti ai livelli che meriti, perché tu meriti decisamente di più di quanto hai raccolto fino ad oggi. Ci hai fatto sognare, ci hai fatto gioire, ci hai fatto godere, ci hai fatto soffrire e ci hai fatto arrabbiare, ma tutto questo lo hai sempre fatto con quell'ingenuità e quella spontaneità che ti ha sempre contraddistinto, riuscendo in qualche modo a fare breccia nel cuore di tutti i laziali, anche quelli con il cuore più duro, anche quando il tuo atteggiamento irritante ci avrebbe spinto ad allontanarti. Addio Felipe, sei stato, sei e sarai per sempre il nostro più dolce e adorato rimpianto.
OBRIGADO PIPE.



























venerdì 13 luglio 2018

Ufficiale: Francesco Acerbi è un nuovo calciatore della Lazio.

Dopo Sprocati, Proto, Durmizi e Berisha alla lista della spesa biancoceleste si aggiunge anche il difensore centrale classe 88, Francesco Acerbi. Nato a Vizzolo Predabissi il difensore italiano viene da ben 5 stagioni neroverdi in cui si è affermato come miglior difensore della squadra e capitano, oltre ad aver segnato anche un buon numero di golper un difensore centrale. I dettagli dell'affare si aggirano sui 10 milioni più 2 di bonus e sinceramente non so se essere troppo contento di questo acquisto. Per rimpiazzare De Vrij probabilmente avrei preferito un nome più altisonante, ma spero che magari la sua esperienza vicino al talento di Luiz Felipe e alla verve di Radu possa forgiare una difesa più solida di quella vistasi quest'anno tra le mura capitoline. Per questo auguro a Francesco di giocare una stagione strepitosa con la nostra maglia.





Ufficiale: Simone Palombi è un nuovo calciatore del Lecce.

"La S.S. Lazio comunica di aver ceduto a titolo temporaneo, con diritto di opzione e controopzione, le prestazioni sportive del calciatore Simone Palombi alla società U.S. Lecce." Ennesima bocciatura per Simone Palombi che nella scorsa stagione non ha impressionato né con la maglia della Lazio nei primi sei mesi né con quella della Salernitana nei restanti sei. Questa volta lo aspetta la terza avventura in Serie B, dopo quelle a Terni e Salerno, con la casacca giallorossa del Lecce, una delle neopromosse stagionali. Essendo una cessione a titolo temporaneo auguro a Simone di affermarsi già in questi primi mesi per magari tornare a Gennaio al servizio di Mister Inzaghi.





domenica 8 luglio 2018

Ufficiale: Federico Marchetti è un nuovo calciatore del Genoa.

Un altro degli eroi del 26 Maggio abbandona la capitale e raggiunge la sua nuova città, in questo caso Genova sponda rossoblu. Federico Marchetti è stato per me e per molti altri il miglior portiere dell'era Lotito, reattivo tra i pali, abile nelle prese aeree, spesso in anticipo sugli attaccanti la cui unica pecca è stata quella di essere un ragazza fragile a cui si sono legate problematiche estranee al campo. L'ultimo anno Federico l'ha vissuto a Roma da fuori rosa, sicuramente una situazione che non si merita sia per le sue doti sia per quanto ha dato con la nostra maglia. Spero che si possa rilanciare a Genova e ritornare lo stesso portiere dei primi anni di Lazio, che aveva raggiunto la nazionale e che tanto fece penare Vidal in quella serata storica allo Juventus Stadium, ove il portiere di Bassano del Grappa entusiasmo tutta la tifoseria biancoceleste con parate al limite del folle. Proprio per questo lo voglio salutare con due video reperiti sul web, di cui 1 racconta proprio di quella partita. Ciao Fede in bocca al lupo per la tua nuova avventura.







Ufficiale: Silvio Proto è un nuovo calciatore della Lazio.

L'ultimo acquisto ufficiale ad oggi della SS Lazio risponde al nome di Silvio Proto. L'ex portiere dell'Olympiakos è approdato a Roma in qualità di vice-Strakosha, andando a sostituire Vargic (il quale ha dimostrato di non essere un portiere degno della Serie A). Nato nel 1983 in Belgio Proto ha militato molte stagioni nell'Anderlecht con cui ha vinto 6 campionati, 1 coppa ed 1 supercoppa della propria nazione. Sicuramente in qualità di vice è un acquisto di esperienza che vanta più esperienza in Champion's League di tutta la nostra rosa ed inzgahi ha già detto che sarà il portiere delle coppe per permettere a Strakosha di rifiatare. Auguro a Silvio la possibilità di fare la storia con la nostra gloriosa maglia.





mercoledì 4 luglio 2018

Ufficiale: Valon Berisha è un nuovo calciatore della Lazio.

Come preannunciavo qualche giorno fa è arrivata nella giornata di ieri anche l'ufficialità dell'ingaggio di Valon Berisha, mezz'ala kosovara fin all'altro ieri in forza al Salisburgo. Il calciatore nato in Norvegia, ma appunto di origine Kosovara, ci è noto per le due gare europee disputate contro la Lazio in questa stagione, in cui ha segnato una rete su calcio di rigore nella gara d'andata. Il suo ruolo naturale è quello della mezz'ala ed è specializzato negli inserimenti alle spalle della difesa, tuttavia la sua maggiore dote tecnica è il tiro in porta, che lo porta a battere anche calci di punizione e calci di rigore. Probabilmente il suo acquisto permetterà a Milinkovic e Parolo di alternarsi con lui, viste le numerose partite dovute anche all'Europa League e alla Serie A. Auguro a Valon di affermarsi con la nostra maglia e di diventare un perno del nostro centrocampo.





lunedì 2 luglio 2018

Ufficiale: Mattia Sprocati è un nuovo calciatore della Lazio.

Il secondo acquisto della sessione estiva biancoceleste porta il nome di Mattia Sprocati. Nato a Monza nel 1993 è un ala, ex Salernitana, e nella passata stagione di Serie B ha segnato 10 reti in 33 presenza, più un gol in Coppa Italia. Il suo acquisto sembra non essere però indirizzato ad un inseriemento in prima squadra quanto più all'utilizzo di una sua cessione come eventuale contropartita tecnica. Ad ogni modo il ragazzo brianzolo si è messo in mostra nella scorsa stagione guidando la Salernitana ad una salvezza tranquilla, segnando reti importanti e affermandosi tra i migliori giocatori della sua compagine. Vediamo se riuscirà anche ad affermarsi a Roma o se dovesse soltanto essere una pedina di scambio con qualche altra società.





Ufficiale: Riza Durmisi è un nuovo calciatore della Lazio.

"La S.S. Lazio comunica di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore Riza Durmisi, proveniente dalla società Real Betis Balompié. L’esterno danese ha sottoscritto un contratto quinquennale." Con questo comunicato in data 22 Giugno 2018 la Lazio ha ufficializzato il primo acquisto stagionale, l'acquisizione a titolo definitivo del cartellino di Riza Durmisi. Riza nasce a Ishøj, cittadina danese della periferia di Copenaghen, l'8 gennaio 1994, da genitori albanesi e di professione è un esterno sinistro. Nell'ultima stagione è stato tra gli artefici principali della cavalcata del Betis Siviglia verso il 6° posto in Liga Spagnola, che significa accesso diretto ai gironi di Europa League, in una stagione che a Siviglia sarà ricordata anche per aver battuto il Real Madrid al Bernabeu. Il giocatore danese è il classico esterno moderno con ottimi tempi di inserimento, un piede ottimo ed una buona velocità, probabilmente il suo acquisto è stato effettuato per permettere a Lulic di rifiatare durante l'arco della stagione in quanto si è notato che Lukaku non è proprio un rimpiazzo eccelso quando deve disputare tutti i 90 minuti. Auguri a Riza di affermarsi nel nostro 11 e di portarci ad importanti vittorie.





Ufficiale: Filip Đorđević è un nuovo calciatore del Chievoverona.

Dopo un'annata da fuori rosa il centravanti serbo Filip Djordjevic ha deciso di firmare un contratto triennale con il Chievoverona alla ricerca di un sostituto data l'imminente partenza di Roberto Inglese. La cessione del serbo è quasi motivo di giubilo per la società biancoceleste che da quasi due anni pagava un ingaggio di quasi due milioni di euro ad un calciatore fuori rosa e senza alcuna possibilità di reintegro. La parabola discendente dell'attaccante, ormai ex Lazio, è iniziata con quel maledetto infortunio di Gennaio 2015 durante Lazio-Milan, prima di quel momento il serbo aveva segnato 8 gol con la maglia laziale di cui 7 in Campionato ed 1 in Coppa Italia, purtroppo l'infortunio ha minato le sue certezze ed ha dato una forte frenata alla sua carriera. Da quel momento ha segnato soltanto 3 reti in Serie A (una nel derby di ritorno del 2015, una con Genoa e Sampdoria l'anno successivo), 3 reti in Europa League (due contro il Rosenborg ed una contro il Dnipro) ed 1 in Coppa Italia (sempre contro il Genoa), un bottino quanto mai misero per un calciatore che di mestiere fa il centravanti. Auguro quindi a Filip di ritrovare se stesso ed una buona condizione fisica per dare il massimo in questa nuova esperienza clivense.